indietro home seminari home
 
18/04/2007 | Ore 10.00 - 13.00 | * Sala Leonardo |
Procedure ed effetti della stabilizzazione del personale precario degli Enti locali
Il panorama normativo nell’ambito del quale gli enti locali si trovano a svolgere politiche in materia di personale ha subito un significativo cambiamento per effetto della legge finanziaria 2007, che oltre a cambiare il meccanismo relativo al patto di stabilità interno ha altresì introdotto talune importanti novità: - inclusione delle spese di personale nel patto di stabilità interno, compresi gli oneri contrattuali - mero limite di principio alle spese di personale, attraverso la sola indicazione del contenimento della dinamica retributiva e occupazionale, senza vincoli puntuali - possibilità di stabilizzare il cosiddetto personale precario Se da un lato appare aprirsi uno spazio maggiore per le politiche del personale, dall’altro lato le operazioni di stabilizzazione sembrano esaurirle tenuto conto delle risorse limitate che gli enti locali hanno a disposizione. Peraltro il “Memorandum sul lavoro pubblico” ancorché al momento non sottoscritto per la parte relativa gli enti locali, contiene principi di rilevante novità per la disciplina del pubblico impiego e tra questi anche quello relativo alla stabilizzazione del personale cosiddetto precario, che certamente non lascerà senza effetti per un verso le dotazioni organiche degli enti e per l’altro verso l’accesso ai rapporti di lavoro flessibile da parte degli stessi.
I N T E R V E N G O N O 
Giovanni Giagoni
Direttore Centrale del Personale, Provincia di Milano

Alessandro Boscati
Università Statale di Milano

Luigi Draisci
Direttore del Personale del Comune di Milano

Riccardo Nobile
Segretario e Direttore Generale Comune di Cassina de' Pecchi

Renato Ruffini
Università C. Cattaneo di Castellanza

P R E S I E D E
Monica Gibillini
Dipartimento finanza locale, personale e sicurezza ANCI Lombardia
 
 
in alto indietro home seminari home